Turismo esperienziale

Negli ultimi decenni, i viaggiatori più “evoluti” non vogliono soltanto riposarsi al mare o in montagna, fotografare i monumenti più famosi o acquistare souvenirs. Spesso sono invece alla ricerca di esperienze particolari che consentano loro di apprezzare al meglio l’ospitalità delle persone del luogo, gli aspetti più autentici della cultura, dell’ambiente, insomma tutti i beni immateriali che caratterizzano i luoghi che stanno visitando. In questo consiste il cosiddetto turismo esperienziale.

Turismo esperienziale in Puglia e Basilicata

Le nostre regioni, nella fattispecie la Puglia e la Basilicata, si sono prontamente adeguate a queste nuove esigenze; oggi è così presente un enorme ventaglio d’interessanti attività che renderanno le vacanze del turista più esigente davvero indimenticabili.

Ecco a voi solo qualche esempio di turismo esperienziale…

Prepariamo focaccia e orecchiette in masseria!

Turismo esperienzialeDurata: circa 3 ore

Arrivati nella masseria tipica della Murgia, faremo la conoscenza delle persone che la abitano, ne visiteremo l’interno e i gradevoli dintorni.

Quindi si passa in cucina dove impareremo a preparare questi semplici ma gustosi piatti della cucina pugliese. Infine…buon appetito…

Visitare una cantina in Valle d’Itria

Turismo esperienzialeDurata: circa 2 ore

Visiteremo una cantina nella splendida Valle d’Itria, ossia in quella felice parte della Murgia pazientemente plasmata dall’opera dei contadini pugliesi. Ammireremo gli ordinati filari del vigneto, coltivato con metodi completamente biologici, dove a fine estate avviene la raccolta dei preziosi grappoli. Visiteremo poi le varie parti che compongono l’interno dell’azienda. Infine potremo degustare il frutto inebriante di questo lavoro e di questa magica terra…à votre santé!

Conosciamo l’asino di Martina e il cavallo murgese

Turismo esperienzialeDurata: circa 3 ore

Ci recheremo presso una masseria didattica regionale dove sono ospitati vari esemplari dell’asinello di Martina Franca; secondo la tradizione, il simpatico quadrupede deriverebbe dall’asino catalano, importato all’epoca della dominazione spagnola. Ci immergeremo nell’habitat pressoché intatto che li accoglie, tra olivi ed arbusti della macchia mediterranea. Quindi visita ad un maneggio: i più ardimentosi potranno provare l’ebrezza di cavalcare un cavallo murgese.

Turismo esperienziale: tante cose da fare…

  • Visitare un frantoio ostunese
  • Da Martina ad Alberobello in bicicletta
  • Camminare in una gravina murgiana
  • Laboratorio di prodotti caseari pugliesi
  • Laboratorio della cartapesta
  • Nozioni di base per scolpire il tufo